Fino al 31 gennaio 2018 lo Sportello Patronato Acli osserverà i seguenti orari:

- martedì 9.00-12.30 e 14.00 -17.30

- mercoledì CHIUSO

- giovedì 8.30 – 12.30

Come sempre vi aspettiamo!

 

Lo sportello Acli per assistenti famigliari

Stai cercando un assistente familiare (colf, badante, babysitter) Assumere una assistente familiare in regola conviene? Cosa devo fare per assumere l’assistente familiare? Quali agevolazioni fiscali esistono quando si assume un’assistente familiare?

Rivolgiti allo sportello Assistenti Familiari dell’Ambito Distrettuale Cremasco. Troverai: Supporto della persona in condizione di fragilità, di non autosufficienza e della sua famiglia

Lo sportello ACLI è aperto a:
✔️Castelleone - Viale Quartiere 4/B – tel. 0374 033470
✔️Crema, piazza - Carlo Manziana, 17 – tel. 0373 250064
✔️Soncino - via IV Novembre, 18 – tel. 0374 83470
✔️Rivolta d’Adda - piazza Ferri, 2 – tel. 0363 78599

Per maggiori informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.aclicrema.it/servizi/lavoro/lo-sportello-incontra-lavoro

Diventa pienamente digitale la procedura di presentazione della domanda di ricongiungimento familiare da parte di cittadini stranieri regolarmente soggiornanti. A partire dal prossimo 17 agosto infatti, la documentazione allegata alla domanda inviata allo Sportello Unico per l'Immigrazione, presso la prefettura competente per il luogo di dimora del richiedente, dovrà essere inviata in modalità informatica, a cura dell'interessato.

Per informazioni: www.interno.gov.it/it/notizie/stranieri-totalmente-digitale-procedura-ricongiungimento-familiare

Chiusura estiva uffici Acli

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che stabilisce la misura del contributo per il rilascio ed il rinnovo del permesso di soggiorno a carico dello straniero di età superiore  ai 18 anni e la Circolare attuativa del Ministero dell’Interno del  9 giugno 2017.

Il decreto, entrato in vigore il 9 giugno 2017, determina il contributo come segue:

- euro 40,00 per i permessi di soggiorno di durata superiore a tre mesi e inferiore o pari a un anno;

- euro 50,00 per i permessi di soggiorno di durata superiore a un anno e inferiore o pari a due anni;

- euro 100,00 per il rilascio del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo  e  per  i  dirigenti  e  i  lavoratori specializzati

Ricordiamo che la sentenza del Consiglio di Stato pronunciata in data 26 ottobre 2016 con Sentenza N.04487/2016, confermava la sentenza del TAR del Lazio N.06095/2016 del 24 maggio 2016 che annullava la tassa sul permesso di soggiorno all’ora prevista per un importo dalle 80 alle 200 euro a seconda del titolo richiesto.

Con questa iniziativa legislativa, il Ministero dell’Economia e delle Finanze fissa il nuovo contributo valido per tutte le tipologie di titolo previste dal decreto 5 maggio 2017 che modifica il decreto 6 ottobre 2011 relativo agli importi del contributo per il rilascio del permesso di soggiorno. Pubblicata anche la circolare esplicativa del Ministero dell’Interno.

[Fonte: ANCI]

Patronato: chiusura estiva e nuovo orario

Il Patronato Acli sarà chiuso dal 3 al 10 luglio.

 

L'ufficio riaprirà l'11 luglio con il seguente nuovo orario:

martedì 9.00-12.30

mercoledì 11.00-14.00

giovedì 9.00-12.30

In dirittura d’arrivo i decreti attuativi dell’APe e dei benefici previdenziali per lavoratori precoci, le nuove misure di flessibilità pensionistica introdotte dalla Legge di Bilancio 2017. Potrebbero essere varati già nel corso di questa settimana per poi essere pubblicati in tempo utile a consentire l’operatività delle nuove misure già a partire dal 1° maggio 2017, data di avvio individuata dalla legge.

Per maggiori informazioni: http://www.patronato.acli.it/in-arrivo-i-decreti-di-ape-e-lavoratori-precoci/

Dal 1° marzo il Patronato Acli cambia

Il Patronato Acli annuncia che dal 1° marzo chiederà a chi si rivolge ai propri sportelli "una partecipazione ai costi". È un contributo stabilito dalla legge, attraverso una convezione con il Ministero del Lavoro.

Vai all'inizio della pagina