'Portavèrta', una festa per la campagna 'Ero straniero'

Anche le Acli partecipano domenica 1 ottobre alla festa di chiusura della campagna di raccolta firme per la legge di iniziativa popolare “Ero Straniero – l’umanità che fa bene”, proposta che vorrebbe il superamento dell’attuale legge Bossi-Fini cambiando le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione e lavoro.

‘Portavèrta’, così è stato chiamato l’evento, è organizzato dai circoli Arci cittadini con la collaborazione di Crema Senza Frontiere, Presidio Cremasco di Libera contro le mafie, Coop – Comitato soci di Zona Crema, GIT Cremona Banca Etica, Ufficio immigrazione della CGIL Cremona e con il contributo dell’Associazione per una scuola Pubblica, Democratica, Laica e Partecipata.

La giornata comincerà alle 12.30 con un pic-nic con pranzo al sacco il cui ritrovo sarà alla nuova passerella sul Serio. Alle 14 partirà un cammino in ricordo dei migranti e di tutti coloro che sono morti cercando un futuro di pace e speranza. Il cammino, che si dirigerà verso il Circolo ARCI di San Bernardino vedrà alcune tappe con musica, balli e giochi.

Alle 16 presso l’Arci di San Bernardino inizierà la festa dell’accoglienza e della solidarietà con l’esibizione della compagnia teatrale “Gioventù Bruciata” che inscenerà uno spettacolo con migranti. A seguire si esibiranno i cantautori Giò Bressanelli e Leslie Abbadini e Lorenzo Monguzzi accompagnato alla chitarra da Andrea Marinaro.

Le varie esibizioni saranno intervallate dalla presentazione di due libri: “La Valle accogliente” di Paolo Erba, Silvia Turelli, Eugenia Pennacchio e “Migrazioni contemporanee” di Gian Carlo Ceruti. All’Interno della festa saranno presenti oltre ad un ricco aperitivo etnico anche gli stand delle associazioni: Crema senza frontiere, Acli, Banca Etica, La pace cammina sul Serio, Emergency e Coopi.

Sarà inoltre possibile firmare la proposta di legge che verrà illustrata, durante la festa stessa, dal Coordinatore provinciale e dal Coordinatore cremasco della Campagna, rispettivamente Maurizio Mele e Nicolò Bassi.

5x1000"

 

Iscriviti alla newsletter

Vai all'inizio della pagina